In questi giorni di forte disorientamento politico, escono a distanza ravvicinata due libri che, attraversando l’arco della nostra storia repubblicana, fra loro paiono parlarsi e allestire un dialogo ideale e proficuo. Il primo risponde al nome dell’etnologo più rappresentativo del Novecento italiano, Ernesto de Martino. La «Collana di pensiero radicale» diretta da Goffredo Fofi per e/o, con il titolo di Oltre Eboli. Tre saggi, ripresenta infatti una triade di scritti «apparentemente lontani ma imparentati tra loro […] che […] ci riguardano molto da vicino», come sostiene nell’Introduzione il curatore, Stefano De Matteis.

Continua a leggere